Home > Architettura Moderna, ARCHITETTURA ORGANICA > Alberto Mei Rossi > Theo van Doesburg > architettura moderna

Alberto Mei Rossi > Theo van Doesburg > architettura moderna

Theo van Doesburg; Fu uno dei padri dell’architettura moderna,

Sappiamo tutti che il padre fondatore è Wright,  ma Theo Van Doesburg fu uno degli ispiratori teorici fondativi, era forse un laureato in architettura?  NO! ancora una volta un anti-accademico cambia la storia dell’architettura influenzando Rietveld; tutta la storia dell’architettura è stata modificata da menti indipendenti da qualsiasi accademia; nessuna svolta storica nell’archiettura è mai venuta da un accademico o da un laureato in architettura; in ogni caso le cause di rinnovamento si debbono unicamente all’ambiente in cui un archietto o un talento ha lavorato e di cui si è nutrito; non sono ne le accademie ne le università da cui si cambia la storia dell’architettura. Quindi per quanto mi riguarda non sarà uno di nome MINKIOTTI a fare la differenza in questo secolo.

Theo van Doesburg, pseudonimo di Christian Emil Marie Képper (UtrechtOlanda30 agosto 1883 – DavosSvizzera7 marzo 1931), fu innanzitutto un pittore, poi proseguì la sua carriera come scrittore e studioso delle arti figurative e dell’architettura.

Iniziò la sua carriera come pittore collaborando con gli architetti Jacobus Johannes Pieter Oud e Wils. La sua prima mostra di quadri si tenne all’Aja nel 1908. Sull’esperienza cubista, nel 1915 approfondì la ricerca per elaborare un metodo progettuale esatto e rigoroso. Nei suoi progetti architettonici degli anni intorno al 1920 scompone per poi ricomporre in parte superfici, piani e i fattori essenziali dell’architettura; allo stesso modo in pittura realizza intersezioni di linee e superfici colorate, come in Composizione in bianco e nero, del 1918. Cercò di raggiungere la tridimensionalità in pittura. Nel 1916 fonda con Piet Mondrian il gruppo Sphinx, nel 1917 il movimento De Stijl che decantava il radicale “rinnovamento dell’arte”.

UNO DEI PADRI DELL'ARCHITETTURA MODERNA

Uno dei progetti  realizzati di Theo Van Doesburg a Strasburgo.

Nel 1927 realizzò il restauro del Cafè de l'Aubette a Strasburgo insieme a Hans Arp e Sophie Taeuber;

Nel 1927 realizzò il restauro del Cafè de l’Aubette a Strasburgo insieme a Hans Arp e Sophie Taeuber;

Chi mi trova il certificato di Laurea di Theo Van Doesburg? ….

THEO VAN DOESBURG HA DIMOSTRATO CHE ANCHE UN CONCETTO ASTRATTO POTEVA DIVENTARE

REALTA’,  ANTICIPANDO QUELLO CHE VIENE DEFINITO NEOPLASTICISMO, QUINDI PRENDITI LE TUE PROPORZIONI CLASSICHE  E SAI DOVE DEVI METTERTELE? …. accademico delle mie Farfuglie?

ps

I “Numeri” Governano anche Mondrian ma il tuo cervello di Capra non  è in grado di tradurre in numeri ciò che Mondrian ha realizzato perchè tu non sei in grado di trasfrire un concetto astratto in realtà in quanto la tua mente è marxista leninista materialista e comunista e non hai ancora capito che non esiste un mondo materiale che non possa essere identificato in un mondo ideale dalla mente, non lo puoi capire perchè sei una SCIMMIA.

Tutta l’architettura moderna non dipende ne da laureati ne da accademici, sebbene utilizzino tale pezzo di carta per le loro abilitazioni ( legittime) non è quello che fa l’architettura, perchè tale architettura non è nata…ripeto non è nata dentro una tesi universiaria ma  semplicemente da “un pittore” un architetto organico naturalista e un altro pittore ( Mondrian) , tutto cio  di Moderno o architettonicamente contemporaneo noi possiamo fare, … lo dobbiamo a queste menti indipendenti dal putridime da fogna di calcutta che infesta la mente malata di  LIKOZZI… Il  futuro dell’architettura  nelle mani di un cazzone che non è nemmeno in grado di tradurre in realtà i suoi pensieri e fa  lo sborone enciclopedico con i suoi compagni di merende…che su facebook si presentano con l’immagine di un Manga… fino a quando lasceremo questa FECCIA all’interno delle università non avremmo risolto problemi piccoli o grandi della nostra società ed economia; una mente “CASTRATA”…che disrugge le menti degli architetti ancora prima che vengano, partoriti la dove un tempo insegnava Bruno Zevi ecco dove è finita la società Italiana in mano agli STOLTI IMMONDI.. MARCI FINO AL MIDOLLO OSSEO!!

CONCLUSIONI :

Tutte queste grandi personalità individuali, hanno generato qualcosa di nuovo negli anni 20 e 30,..

Bauhaus è l’abbreviazione di Staatliches Bauhaus, una scuola di artearchitettura della Germania che operò a Weimar dal 1919 al 1925, a Dessau dal 1925 al 1932 e a Berlino dal 1932 al 1933.

il Bauhaus stava sostituendo le accademie ma il nazismo la ha fatta chiudere!…dopo la seconda guerra mondiale, tali scuole non sono piu state riaperte ma riaprirono le accademie tuttavia,.. di fatto tutto quello di moderno che  è stato realizzato per la prima volta in Italia e in Europa non è dipeso da titoli di studio accademici.

Le vere prime grandi rotture derivano da menti indipendenti dal pensiero indipendente;  pensieri che erano nella mente di chi aveva compreso qualcosa che nelle accademie vi nascondono. Se negate questo negate anche che sia nato vissuto esistito Theo Van Douesburg per non citare gli altri….. quindi?

Quindi è giunto il momento di mettere in competizione gli atenei con nuove scuole, perchè questi atenei a giudicare dai dati, producono solo disoccupati, perchè producono solo disoccupati? perchè vivono solo per se stessi sono una industria “implosiva” lavora solo su se stessa, non lavora per un reale rinnovo ed accelerazione sociale. La guerra fredda è finita, credo sia ora di costruire nuove università parallele che siano in competizione commerciale; prezzi piu bassi, connessione diretta con il lavoro, e vedrete che la competizione renderà sia le scuole che le università piu “reali” rendendo inutili interi insegnamenti fatti solo per pagare una cattedra corporativa.

Avete capito perchè le università generano disoccupati?….dopo la seconda guerra mondiale c’ èstata una restaurazione accademica; questo lo posso dire perchè c’è stato qualcuno come Theo Van Doesburg….per non citare…gli altri. . . . i politecnici e le facoltà sono pachidermi ottocenteschi le cui dimensioni andavano bene per la città ottocentesta, siamo nel terzo millennio, la scienza offre prospettive del tutto diverse; state creando una società inutile, spiccano solo poche novità, guarda caso nate nelle correnti che erano presenti nelle facoltà negli anni 50-60 cosa che ora è scomparsa; attualmente le facoltà producono clientelismi di matrice marxista; qualcuno ha aperto un campo noi abbiamo il dovere di potenziare questo campo liberale.

a.m.r.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: